Home page

Prossimi appuntamenti presieduti da Mons. Corrado Lorefice "Live Streaming"
sul sito sulla pagina FacebookTwitter e Telegram della Cattedrale

 

 

DOMENICA 3 MAGGIO
- ore 10,00 - Celebrazione Eucaristica nella IV Domenica di Pasqua

Emergenza coronavirus

LETTERA DEL PARROCO IN OCCASIONE DELLA RIPRESA DELLE CELEBRAZIONI CON IL POPOLO
16 maggio 2020

Carissimi parrocchiani,

nel tempo difficile che abbiamo vissuto e ancora stiamo vivendo a causa del coronavirus, sento il bisogno di rivolgermi a voi per attestarvi la mia gioia per la testimonianza di fede che state offrendo. Tante volte ci siamo incontrati in questo periodo, attraverso piattaforme online, per pregare insieme i Vespri della domenica, per la Lectio divina, per recitare il S. Rosario, per sperimentare la gioia di vederci, anche attraverso uno schermo. È stato bello collegarmi qualche volta con gli incontri di catechismo per i bambini di Prima Comunione, col gruppo giovani, con l’Azione Cattolica adulti, con i catechisti e soprattutto col gruppo famiglie. Questa forma virtuale ha alimentato in noi un forte desiderio di tornare ad incontrarci e, soprattutto, ho percepito in voi un altrettanto forte e maggiore desiderio di tornare in Cattedrale per partecipare alla Celebrazione eucaristica. L’impossibilità della partecipazione alla messa domenicale, soprattutto in questo tempo pasquale, ha fatto acquisire maggiore consapevolezza dell’importanza vitale della partecipazione attiva e consapevole alla vita liturgica della Chiesa, allontanando l’occasione di fare le cose per abitudine, per usanza, e, nel caso particolare della Messa, per assolvere ad un precetto. E se dovessimo ritenerlo soltanto un precetto, senza avvertirne la necessità, il desiderio e la gioia che l’incontro domenicale con Gesù ci dona attraverso l’ascolto della sua Parola e il nutrimento dell’Eucaristia, ci ritroveremmo con una fede che necessita di essere riscoperta. Ma sono certo che l’esperienza della privazione, sperimentata in questo tempo, dall’accostarci alla mensa eucaristica ci farà tornare tutti in chiesa con maggiore entusiasmo nella certezza che La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia (Papa Francesco, Evangelli gaudium, 1).

Come ci ha detto il Papa nei giorni scorsi, Una familiarità senza comunità, una familiarità senza il Pane, una familiarità senza la Chiesa, senza il popolo, senza i sacramenti è pericolosa. Può diventare una familiarità – diciamo – gnostica, una familiarità per me soltanto, staccata dal popolo di Dio. La familiarità degli apostoli con il Signore sempre era comunitaria, sempre era a tavola, segno della comunità. Sempre era con il sacramento, con il Pane. Questo è un invito a comprendere l’importanza del senso della comunità e diventa un monito per coloro che avendo fatto l’esperienza di partecipare a Messa seguendola in TV, seduti in poltrona, chiedono di poter continuare così dopo la ripresa. Per l’emergenza era giustificato. Ma d’ora in poi le celebrazioni sui social, come era sempre stato, rimangono destinate a coloro che, per motivi di vera necessità, sono impossibilitati a recarsi in chiesa. E’ la comunità che ci fa sperimentare la gioia dell’appartenenza a Cristo e alla sua Chiesa.

Oltre a questo aspetto cultuale, fondamentale per ogni cristiano, dobbiamo crescere nella consapevolezza che la nostra fede non trova espressione di amore soltanto nella dimensione del culto. La missione della Chiesa non si esaurisce nelle celebrazioni. Ci stanno a cuore coloro che subiscono le conseguenze di questa pandemia con la perdita del lavoro. Attraverso la Caritas parrocchiale e gli aiuti economici di tante persone generose stiamo aiutando moltissime famiglie in difficoltà. Mi ha colpito il gesto di alcuni adolescenti che hanno voluto devolvere alla nostra Caritas l’acconto del viaggio di istruzione annullato che gli è stato reso. Un gesto davvero commovente!

Ed ora desidero riferirmi alle disposizioni vincolanti per tutti a partire dal “Protocollo” riguardante “la graduale ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo”, siglato dal Governo e dalla Conferenza Episcopale Italiana. Ne raccomando l’osservanza in tutte le sue parti, soprattutto nel rispetto delle prescrizioni sanitarie e l’adozione dei dispositivi di sicurezza, ed anche molta prudenza e buon senso, in quanto il rischio dei contagi è ancora presente.

Alle porte della Cattedrale troverete tutte le indicazioni e le regole da seguire all’interno dell’aula liturgica.
(Covid-19 raccomandazioni per i fedeli - locandine in pdf)

Da lunedì 18 maggio riprendono le celebrazioni con il popolo.
Le S. Messe feriali saranno celebrate secondo il consueto orario: 7.30 e 18.00.
Da Domenica 24 maggio torneremo a celebrare l’Eucaristia ai soliti orari: 8.45; 9.45; 11.00, 18.00.

Così come da Nota del 13 maggio 2020 del Ministero dell’Interno, per il momento il numero massimo di persone che avranno accesso in Cattedrale non potrà superare le 200 unità. Pur avendo una possibilità maggiore per accogliere circa 350 persone, siamo chiamati a rispettare le indicazioni ministeriali.

In attesa di incontrarvi tutti, vi rivolgo un caro saluto.

Don Filippo Sarullo

Avviso per fedeli, turisti e visitatori

Nell'ambito della iniziativa dell'Arcidiocesi di Palermo "SOGNI DI BELLEZZA" riapre gratuitamente alla fruizione turistica, da lunedì 18 e per tutto il mese di maggio, la zona delle Tombe Reali. Permane fino a nuova comunicazione la chiusura della restante parte della zona monumentale e cioè Tesoro, Cripta e Tetti). La visita avviene nel rispetto delle norme comportamentali  indicate dall'autorità pubblica, si chiede cortesemente di prendere visione della "locandina raccomandazioni" scaricabile in formato pdf >>  pubblicata in questo sito.

SOGNI DI BELLEZZA

È importante contemplare l’Eterna Bellezza per continuare a sognare un futuro per la comunità umana”

   

I messaggi dell'Arcivescovo Mons. Corrado Lorefice

alla Chiesa di Palermo 

«Noi infatti ci affatichiamo e combattiamo perché abbiamo posto la nostra speranza nel Dio vivente, che è il salvatore di tutti gli uomini, ma soprattutto di quelli che credono» (1Tm 4,10). i link:  il testo >>   la  registrazione streaming >>  

ai giovani

«Separati da tutti, siamo uniti a tutti, per stare a nome di tutti al cospetto del Dio vivente» (Costituzioni dell'Ordine dei Certosini)  il testo del messaggio nel sito web dell'Arcidiocesi >>

   

La preghiera

dell'Arcivescovo nel tempo della prova

Signore Gesù, ... Tu che sei sceso agli inferi per liberarci dalla morte, guarda ora a noi, nella prova. Tu di noi, impauriti e fragili, abbi pietà. In te riponiamo la nostra speranza. scarica la preghiera in formato pdf >>

Supplica a Santa Rosalia liberatrice di città in balia della peste

Elevata dall'Arcivescovo il 20 marzo 2020, dalla Cappella Senatoriale in Cattedrale in cui sono custodite le Reliquie della Santa, perché protegga l'umanità dall'epidemia del coronavirus

la registrazione della supplica >>
il testo della supplica in formato PDF >>

la supplica per immagini (photoshow) >>

preghiera a Santa Rosalia di Don Filippo Sarullo

ti chiediamo ancora una volta: impetra dal tuo amatissimo Sposo, Cristo Gesù, il dono della liberazione dall'epidemia della tua Palermo, della Sicilia, dell'Italia, del mondo. Scarica la preghiera in formato pdf >

La Parola del Signore

Domenica 7 giugno 2020 - SANTISSIMA TRINITA'

Dio ha mandato il Figlio suo perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. (Gv 3,16-18)

In quel tempo, disse Gesù a Nicodèmo:
«Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio».

Parola del Signore

Il testo di tutta la liturgia nel sito La Chiesa.it >>

La Cattedra del Vescovo

La Parrocchia Maria SS. Assunta

la Cattedrale di Palermo è Chiesa Parrocchiale della Parrocchia Maria SS. Assunta che si estende soprattutto nel territorio del Cassaro Alto, Via Maqueda (fino alla Chiesa di S. Ninfa) e parte bassa del quartiere Capo.

La Cattedrale è aperta

dal lunedì al sabato dalle 07.00 alle 19.00 - la domenica dalle 08.00 alle 13.00  e dalle 16.00 alle 19.00

Orario delle S. Messe

Giorni feriali: ore 07,30 - 18.00 - Giorni festivi: 08,45 - 09,45 - 11,00 - 18,00

In evidenza dalla vita della Comunità Parrocchiale

Adorazione Eucaristica in Cattedrale

Il nostro Arcivescovo, Mons. Corrado Lorefice, nella lettera Scrivo a voi giovani, consegnata in Cattedrale lo scorso 4 ottobre 2019, sottolinea che intende aprire un dialogo con i giovani e tra le consegne fatte a loro rivolge l'invito a leggere e a riscoprire il Vangelo e l'Eucaristia. Così scrive: "Leggete, riscoprite il Vangelo! [...]. E poi riscoprite l'Eucaristia! È la realtà più bella della storia. Come una cima che si fa fatica a raggiungere ma ti dà una prospettiva nuova e luminosa sul mondo!".
Rivolgo l'invito ai giovani e ai meno giovani ad appassionarsi a questa riscoperta di Gesù presente nel Santissimo Sacramento.
Pertanto, aspetto tutti, mensilmente, secondo il seguente calendario, alle ore 21.00 in Cattedrale, per vivere insieme la bella esperienza dell'Adorazione Eucaristica con la meditazione e contemplazione della Parola del Signore davanti a Gesù, accompagnata da gesti che possano aiutarci ad entrare nel Mistero professato, celebrato e adorato.

Sac. Filippo Sarullo
Parroco

APPUNTAMENTI MENSILI 2019: 31 ottobre - 29 novembre - 20 dicembre
APPUNTAMENTI MENSILI 2020: 31 gennaio - 8 febbraio - 25 marzo - 17 aprile - 29 maggio - 19 giugno - 10 luglio

Scarica la Locandina di Adorazione in Cattedrale in formato pdf

 

Santa Rosalia, chimata ed invocata dai palermitani con l'affettuoso appellativo di "SANTUZZA"  è Santa Patrona di Palermo per averla salvata dalla peste del 1624. Le sue spoglie mortali, ritrovate sul Monte Pellegrino il 15 luglio del 1624, sono custodite in questa Cattedrale in urna a reliquiario d'argento posta nella Cappella a Lei dedicata.

Nella sezione di questo sito dedicato alla Santa notizie su: la vita, il miracolo, la festa, le devozioni, Santa Rosalia nell'arte e la proposta di un itinerario - "pellegrinaggio" per visitare Palermo "sui passi di Rosalia".

Le pagine su S. Rosalia sono state realizzate in collaborazione con il Progetto Policoro - Arcidiocesi di Palermo.

Il corpo del  Beato Padre Pino Puglisi, martire per mano mafiosa, riposa in Cattedrale, ai piedi dell'altare della Madonna della Immacolata Concezione, nella omonima cappella  nella navata laterale di sinistra.

I superbi mi hanno narrato cose vane, ignorando la tua legge;
io invece parlavo della tua legge davanti ai re senza arrossire

(Salmo 119,85.46)

Pellegrinaggio e venerazione  dalle ore 08 alle 13  e dalle 16 alle 19 - Link al sito ufficiale di Padre Pino Puglisi

La Cattedrale di Palermo patrimonio dell'umanità

La Cattedrale di Palermo, dal 3 luglio del 2015, data della proclamazione a Bonn,  fa parte dell'ITINERARIO ARABO NORMANNO  che è stato inserito nella “WORLD HERITAGE LIST” dell’UNESCO quale PATRIMONIO DELL’UMANITA’. Insieme alla Cattedrale di Palermo fanno parte dell’itinerario i Duomi di Monreale e Cefalù ed in Palermo la Cappella Palatina, il Palazzo Reale, la Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti, la Chiesa della Martorana, la Chiesa di S. Cataldo ed il Ponte Ammiraglio.

"L'insieme degli edifici costituenti il sito di 'Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale' rappresenta un esempio materiale di convivenza, interazione e interscambio tra diverse componenti culturali di provenienza storica e geografica eterogenea.  Tale sincretismo ha generato un originale stile architettonico e artistico, di eccezionale valore universale, in cui sono mirabilmente fusi elementi bizantini, islamici e latini, capace di volta in volta di prodursi in combinazioni uniche, di eccelso valore artistico e straordinariamente unitarie.

link al sito UNESCO   scarica la locandina UNESCO

Il monumento: la storia, la visita virtuale e studi e ricerche

In questa sezione il visitatore del Sito è accompgnato a scoprire la cronistoria degli eventi storico artistici che hanno determinato la Cattedrale che oggi ammiriamo ed ad una visita virtuale del complesso architettonico e dei tesori d'arte in esso contenuti.

La visita della Cattedrale: benvenuto e notizie utili

Carissimo/a

Hai scelto come meta di del tuo navigare la nostra Cattedrale normanna di Gualtiero “Offamilio“,  casa della Comunità cristiana che stà in Palermo, costruita con le fatiche, l’ingegno, la fantasia creatrice e le sofferenze del popolo che in ogni epoca ha lasciato in essa il segno del proprio passaggio e simbolo del Tempio spirituale fatto di pietre vive che è la Chiesa di Dio”.
Ricordando l’insegnamento dell’Apostolo Paolo che ai romani scrive: “Accoglietevi gli uni gli altri, come Cristo ha accolto Voi”, Ti porgo il mio benvenuto e Ti do il fraterno abbraccio dell’accoglienza... continua >>

Il parroco Mons. Flippo Sarullo


Le aree di visita

La visita della Cattedrale è struttura in due aree.

  • Area dell'Assemblea dei fedeli, costituita dallo sviluppo delle tre navate, a libero accesso
  • La seconda, detta area monumentale "itinerario arabo normanno", cui si accede con pagamento di ticket, è costituita da:
    • Cappelle delle Tombe Reali con i Sarcofagi di Federico II, Enrcico VI, Ruggero II e quelli delle regine Costanza D'Aragona e Costanza D'altavilla,
    • Tesoro della Cattedrale, in cui sono custoditi reperti della oreficeria normanna come la celebre corona di Costanza d'Aragona
    • Cripta in cui sono le tombe degli Arcivescovi che si sono succeduti alla guida dell'Arcidiocesi di Palermo ricavate in preziosi sarcofagi alcuni dei quali di epoca romana.
    • I tetti

Il circuito del Sacro

La Cattedrale fa parte del Circuito del Sacro che consente ai suoi visitatori di godere di riduzioni nel costo dei tickets nei seguenti monumenti:

Oratorio di S. Cita, Oratorio di San Domenico, Oratorio di San Lorenzo, L'Oratorio del Piliere, Chiesa di S. Maria La Catena. Chiesa della Magione, Chiesa di S. Caterina S'Alessandria, Chiesa di S. Maria dell'Ammiraglio - Martorana, Chiesa di san Cataldo, Palazzo Alliata Villafranca, Chiesa del SS. Salvatore,  Museo Diocesano di Palermo ed Oratorio S. Mercurio.

Contatti

Cattedrale di Palermo - C.so Vittorio Emanuele, 90128 Palermo - tel. 091.334373 - fax  091.334375

email: cattedrale@diocesipa.it

prenotazioni servizi  liturgici email:  segreteriacattedrale@diocesipa.it

informazioni turistiche e prenotazione visita e.mail: tourcattedrale@diocesipa.it

Ufficio Parrocchiale

Via Incoronazione 9 - 90128 Palermo - tel. 091.334373 - fax  091.334375

aperto da lun. a ven. 09,30 -  12.30,

il lunedì aperto anche dalle 15.00 alle 18.00

Link utili

Un'immersione nel territorio dell'Arcidiocesi con i suo splendidi tesori d'arte e soprattutto con la testimonianza del vissuto delle Comunità Ecclesiali parrocchiali