Home page

 «Gesù, il crocifisso, è risorto! Questo avvenimento è alla base della nostra fede e della nostra speranza: se Cristo non fosse risorto, il Cristianesimo perderebbe il suo valore; tutta la missione della Chiesa esaurirebbe la sua spinta, perché è da lì che è partita e che sempre riparte».  Papa Francesco  

La Parola del Signore

Domenica 28 Aprile -  II DOMENICA DI PASQUA o della Divina Misericordia

Otto giorni dopo venne Gesù. (Gv 20,19-31)

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».
Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».
Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

Il testo di tutta la liturgia nel sito La Chiesa.it >>

In evidenza per tuuristi e visitatori

Visita serale della Cattedrale sabato 27 aprile dalle ore 20.30 alle 23.30

Sarà possibile acquistare i biglietti il giorno stesso della visita presso la biglietteria dalle 20.00 alle 23.30.TUTTI COLORO CHE AVRANNO ACQUISTATO I BIGLIETTI ENTRO LE 23.30 COMPLETERANNO LA VISITA REGOLARMENTE.

La visita permetterà non solo di scoprire gli elementi artistici architettonici delle pareti esterne della Cattedrale, grazie ad una spiegazione introduttiva sulla storia della chiesa nelle prime terrazze, ma anche di ammirare dall'alto la città con le sue ricchezze paesaggistiche e monumentali. Inoltre si potrà accedere alle sale del tesoro dove ammirare la splendida corona di Costanza d'Aragona moglie di Federico II e portare omaggio ai grandi re normanni che giacciono nelle Tombe Reali.

Costo biglietto:

  • 8 euro tutta l 'Area Monumentale (tetti, tesoro, cripta, tombe reali);
  • 5 euro solo tetti.
  • Ragazzi 11-17: 4 euro per tutto.
  • Bambini gratis.

Per il tour non è prevista prenotazione. La visita non è consentita ai cardiopatici, a chi soffre di claustrofobia, vertigini, disabilità psicofisica, attacchi di ansia, si consigliano scarpe comode. In caso di cattive condizioni meteorologiche, la visita verrà rinviata.

La Cattedra del Vescovo

in connessione con il sito della Diocesi le prediche dell'Arcivescovo per:

La Parroccha Maria SS. Assunta

la Cattedrale di Palermo è Chiesa Parrocchiale della Parrocchia Maria SS. Assunta che si estende soprattutto nel territorio del Cassaro Alto, Via Maqueda (fino alla Chiesa di S. Ninfa) e parte bassa del quartiere Capo.

La Cattedrale è aperta

dal lunedì al sabato dalle 07.00 alle 19.00

la domenica dalle 08.00 alle 13.00  e dalle 16.00 alle 19.00

Martedì 18 Dicembre la Cattedrale di Palermo chiuderà dopo la Santa Messa delle ore 7.30 e riaprirà alle ore 16.00 per manutenzione straordinaria. L' Area. Monumentale sarà quindi chiusa ad eccezione dei tetti che saranno visitabili dalle ore 9.30 alle 13.30 dall' accesso di via Matteo Bonello

Orario delle S. Messe

Giorni feriali: ore 07,30 - 18.00

Giorni festivi: 08,45 - 09,45 -11,00 - 18,00

Santa Rosalia

Santa Rosalia, chimata ed invocata dai palermitani con l'affettuoso appellativo di "SANTUZZA"  è Santa Patrona di Palermo per averla salvata dalla peste del 1624. Le sue spoglie mortali, ritrovate sul Monte Pellegrino il 15 luglio del 1624, sono custodite in questa Cattedrale in urna a reliquiario d'argento posta nella Cappella a Lei dedicata.

Nella sezione di questo sito dedicato alla Santa notizie su: la vita, il miracolo, la festa, le devozioni, Santa Rosalia nell'arte e la proposta di un itinerario - "pellegrinaggio" per visitare Palermo "sui passi di Rosalia".

Le pagine su S. Rosalia sono state realizzate in collaborazione con il Progetto Policoro - Arcidiocesi di Palermo

Il Beato Don Pino Puglisi

Il corpo del  Beato Padre Pino Puglisi, martire per mano mafiosa, riposa in Cattedrale, ai piedi dell'altare della Madonna della Immacolata Concezione, nella omonima cappella  nella navata laterale di sinistra.

I superbi mi hanno narrato cose vane, ignorando la tua legge;
io invece parlavo della tua legge davanti ai re senza arrossire

(Salmo 119,85.46)

Pellegrinaggio e venerazione  dalle ore 08 alle 13  e dalle 16 alle 19 - Link al sito ufficiale di Padre Pino Puglisi

La Cattedrale di Palermo patrimonio dell'umanità

La Cattedrale di Palermo, dal 3 luglio del 2015, data della proclamazione a Bonn,  fa parte dell'ITINERARIO ARABO NORMANNO  che è stato inserito nella “WORLD HERITAGE LIST” dell’UNESCO quale PATRIMONIO DELL’UMANITA’. Insieme alla Cattedrale di Palermo fanno parte dell’itinerario i Duomi di Monreale e Cefalù ed in Palermo la Cappella Palatina, il Palazzo Reale, la Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti, la Chiesa della Martorana, la Chiesa di S. Cataldo ed il Ponte Ammiraglio.

"L'insieme degli edifici costituenti il sito di 'Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale' rappresenta un esempio materiale di convivenza, interazione e interscambio tra diverse componenti culturali di provenienza storica e geografica eterogenea.  Tale sincretismo ha generato un originale stile architettonico e artistico, di eccezionale valore universale, in cui sono mirabilmente fusi elementi bizantini, islamici e latini, capace di volta in volta di prodursi in combinazioni uniche, di eccelso valore artistico e straordinariamente unitarie.

link al sito UNESCO   scarica la locandina UNESCO

Il monumento: la storia , la visita virtuale e studi e ricerche

In questa sezione il visitatore del Sito è accompgnato a scoprire la cronistoria degli eventi storico artistici che hanno determinato la Cattedrale che oggi ammiriamo ed ad una visita virtuale del complesso architettonico e dei tesori d'arte in esso contenuti.

La visita della Cattedrale: benvenuto e notizie utili

Carissimo/a

Hai scelto come meta di del tuo navigare la nostra Cattedrale normanna di Gualtiero “Offamilio“,  casa della Comunità cristiana che stà in Palermo, costruita con le fatiche, l’ingegno, la fantasia creatrice e le sofferenze del popolo che in ogni epoca ha lasciato in essa il segno del proprio passaggio e simbolo del Tempio spirituale fatto di pietre vive che è la Chiesa di Dio”.
Ricordando l’insegnamento dell’Apostolo Paolo che ai romani scrive: “Accoglietevi gli uni gli altri, come Cristo ha accolto Voi”, Ti porgo il mio benvenuto e Ti do il fraterno abbraccio dell’accoglienza... continua >>

Il parroco Mons. Flippo Sarullo


Le aree di visita

La visita della Cattedrale è struttura in due aree.

  • Area dell'Assemblea dei fedeli, costituita dallo sviluppo delle tre navate, a libero accesso
  • La seconda, detta area monumentale "itinerario arabo normanno", cui si accede con pagamento di ticket, è costituita da:
    • Cappelle delle Tombe Reali con i Sarcofagi di Federico II, Enrcico VI, Ruggero II e quelli delle regine Costanza D'Aragona e Costanza D'altavilla,
    • Tesoro della Cattedrale, in cui sono custoditi reperti della oreficeria normanna come la celebre corona di Costanza d'Aragona
    • Cripta in cui sono le tombe degli Arcivescovi che si sono succeduti alla guida dell'Arcidiocesi di Palermo ricavate in preziosi sarcofagi alcuni dei quali di epoca romana.
    • I tetti

Il circuito del Sacro

La Cattedrale fa parte del Circuito del Sacro che consente ai suoi visitatori di godere di riduzioni nel costo dei tickets nei seguenti monumenti:

Oratorio di S. Cita, Oratorio di San Domenico, Oratorio di San Lorenzo, L'Oratorio del Piliere, Chiesa di S. Maria La Catena. Chiesa della Magione, Chiesa di S. Caterina S'Alessandria, Chiesa di S. Maria dell'Ammiraglio - Martorana, Chiesa di san Cataldo, Palazzo Alliata Villafranca, Chiesa del SS. Salvatore,  Museo Diocesano di Palermo ed Oratorio S. Mercurio.

Contatti

Cattedrale di Palermo - C.so Vittorio Emanuele, 90128 Palermo - tel. 091.334373 - fax  091.334375

email: cattedrale@diocesipa.it

prenotazioni servizi  liturgici email:  segreteriacattedrale@diocesipa.it

informazioni turistiche e prenotazione visita e.mail: tourcattedrale@diocesipa.it

Ufficio Parrocchiale

Via Incoronazione 9 - 90128 Palermo - tel. 091.334373 - fax  091.334375

aperto da lun. a ven. 09,30 -  12.30,

il lunedì aperto anche dalle 15.00 alle 18.00

Link utili

Un'immersione nel territorio dell'Arcidiocesi con i suo splendidi tesori d'arte e soprattutto con la testimonianza del vissuto delle Comunità Ecclesiali parrocchiali